Macchine da cucire: tipologie e modelli

La macchina da cucire è un apparecchio casalingo in grado di aiutarci in quelle operazioni – rifare un’asola o un rammendo – che solitamente affidiamo alla sarta di fiducia.
Acquistando una buona macchina da cucire e impratichendoci un po’ non solo faremo un acquisto duraturo nel tempo, ma otterremo indubbi benefici in termini di risparmio, non dovendoci più rivolgere a terzi per rammendi e ricami.

Un modello di macchina da cucire può differire sensibilmente da un altro in termini di funzioni, prestazioni ed optional.
Per questo è importante aver sott’occhio una panoramica di quella che è l’offerta in merito, così da formulare una scelta ponderata.
In questo articolo vogliamo dunque approfondire l’utilizzo di questo storico ed utilissimo macchinario, fornendovi anche una panoramica delle tipologie e dei modelli più diffusi.

Quale macchina da cucire scegliere?

Il mercato offre tantissime soluzione, ma l’offerta può sostanzialmente essere ricondotta a due principali tipologie: la macchina da cucito meccanica e quella automatica.
Se siamo sarte inesperte più facilmente la nostra scelta ricadrà sulla seconda tipologia: si tratta di una macchina da cucito di tipo automatico, senza troppi orpelli.
Se siamo infatti alle prime armi o negate con ago e filo, non ci servirà una macchina da cucire in grado di realizzare tante tecniche di cucitura, ma sarà preferibile orientarci su un modello che risponda pienamente al nostro grado di abilità.
Al contrario, una sarta professionista probabilmente sceglierà una soluzione in grado di valorizzare le sue abilità.

Macchine da cucire vs automatiche

In cosa risiede la differenza tra una macchina da cucito tradizionale ed una elettronica?
La prima sostanziale differenza risiede nella realizzazione dei punti di cucito. Inoltre, la macchina da cucire tradizionale è fornita di manopole che permettono di realizzare diverse tecniche di cucito.
La macchina elettrica (o “automatica“) è invece dotata di una scheda elettrica che avvia la realizzazione del punto: ciò permette di sveltire varie operazioni in ambito sartoriale.
Questo la rende più indicata nel ramo della sartoria professionale.
Se volete saperne di più sulle macchine da cucire non vi resta che visitare questa pagina.

Singer: La storia del cucito in un brand

In questa breve panoramica dedicata alle macchine da cucire non possiamo non menzionare un marchio che ha fatto la storia delle macchine da cucire.
Parliamo di Singer, un brand da oltre un secolo sinonimo di eccellenza in questo campo.
La Singer è stata infatti una delle primissime case ad aver lanciato le macchine da cucire sul mercato.
Nell’arco di molti anni la ditta ha conosciuto grandi innovazioni senza mai snaturare la sua proposta, proponendo modelli in grado di coniugare il design classico per cui è nota con il giusto tocco di modernità.
Tra i modelli concepiti da questa casa, spicca in particolare la Singer Tradition 2263.