Caricatori solari: perchè sceglierli

Il cellulare è divenuto un articolo assolutamente fondamentale nella nostra quotidianità: difficile immaginarci senza.
I telefonini, tablet ed altri device elettronici ci permettono di comunicare, lavorare ed svagarci.
Talvolta però, quando ci troviamo in luoghi sperduti, lontani da qualsiasi ripetitore, ci troviamo senza la possibilità di collegare il nostro smartphone. Come rimediare?

Ecco che torna utile dotarsi di un caricatore ad energia solare: si tratta di un piccolo pannello portatile che immagazzina i raggi solari al fine di fornire energia per i nostri apparecchi portatili.
L’utenza cui è destinato questo prodotto è mediamente rappresentata da chi viaggia oppure pratica attività sportive come arrampicata, escursioni o trekking.

Caricatori solari: il funzionamento

In che modo i raggi solari possono trasformarsi in un’alimentazione alternativa per il nostro caricabatterie?
Un caricabatterie solare è un sistema che vanta un funzionamento assai semplice, in quanto costituiti da un pannello solare pieghevole costituito di silicio. In alcuni casi i pannelli possono essere anche più di uno.

Queste microcelle possono essere di diverso tipo:

  • Il pannello monocristallino (di più alta qualità). Avendo una cella di colore più scuro, questo tipo di pannello vanta la qualità di attrarre un maggior quantitativo di radiazioni, rispetto al policristallino.
  • Il policristallino offre prestazioni leggermente inferiori rispetto alla prima tipologia.

N.B. Trattandosi di un sistema che sfrutta l’energia solare non esiste un pannello solare perfetto per tutti i mesi dell’anno: a seconda della stagione riscontreremo un rendimento migliore in un pannello monocristallino o nella seconda tipologia.

Caricatori solari: come utilizzarli

Abbiamo finalmente acquistato il nostro caricatore ad energia solare e desideriamo sperimentarlo, ad esempio durante un’escursione in montagna.
Se siamo fortunati e la giornata è luminosa, attacchiamo il nostro telefonino al caricatore e posizioniamo la faccia dello stesso in modo che i raggi solari colpiscano perpendicolarmente l’apparecchietto.

Se volete saperne di più in merito al funzionamento di questi apparecchi vi consigliamo di visionare questa pagina.

Caricatori ad energia solare: pro e contro

Iniziamo dagli aspetti a favore: il caricatore solare ci permette di rianimare il telefonino quando siamo in spiaggia, in montagna, o durante un’escursione lontano dalla città.
Date le misure compatte e la grande praticità, il caricatore ad energia solare é l’ideale per chi cerca un caricabatterie alternativo, ecosostenibile e soprattutto privo di ingombro.

L’unico aspetto a sfavore è rappresentato dal fatto che questi caricatori raramente includono una batteria interna. Per questo è importante l’esporli correttamente al fronte dei raggi solari, augurandoci che non sia una giornata di pioggia.