L’importanza di un’affettatrice in cucina

L’affettatrice è uno strumento la cui importanza è assai sottovalutata in cucina.
Non solo permette di affettare i salumi in casa, ma conferisce agli stessi un sapore nettamente migliore rispetto ai salumi acquistati al supermercato. Questi vengono conservati per ore – o giorni – nella confezione.
Ancora peggio nel caso in cui comperiamo i salumi già confezionati, che restano molti giorni nella confezione.

affettatrice: tipologie e funzionamento

L’affettatrice è un apparecchio casalingo sempre più diffuso  negli ultimi anni e che per questo ha subito una significativa evoluzione a livello costruttivo.
I primi modelli di affettatrice, comparsi sul mercato oltre un secolo fa, erano ingombranti e voluminosi, per via dei componenti pesanti di cui erano costituiti.
Le moderne affettatrici elettriche sono invece maneggevoli e compatte, progettate per offrirci il massimo in termini di sicurezza e di praticità.
Le tipologie di affettatrice che oggi possiamo reperire sul mercato sono l’affettatrice elettrica e quella tradizionale, ovvero di tipo manuale.

Affettatrici manuali ed elettriche

  • L’affettatrice elettrica è il modello più moderno e leggero.
    E’ solitamente realizzata in acciaio temprato, con rivestimento in alluminio anodizzato. Si tratta di materiali altamente igienici e sicuri.
    Grazie alla presenza dell’affilatoio e del regolatore di spessore delle fette, queste affettatrici offrono davvero il massimo in termini di precisione del taglio.
    Si tratta di un aspetto non da poco: anche lo spessore e la modalità di taglio del salume concorrono a renderlo più saporito.
  • I modelli tradizionali sfruttano un ridotto numero di rotazioni della lama.
    Si tratta di una caratteristica assai apprezzabile: è proprio il basso numero di tagli a far sì che l’insaccato mantenga inalterate le sue proprietà.
    Per questa ragione, nello scegliere un’affettatrice, verificate la velocità a cui lavora la lama.

Se volete saperne di più in merito alle affettatrici vi suggeriamo di consultare questa pagina.

Manutenzione ordinaria dell’affettatrice

Come ogni altro apparecchio da cucina, l’affettatrice necessita di una corretta e meticolosa manutenzione.
Partiamo dalla pulizia quotidiana. Come ogni altro attrezzo da cucina, anche l’affettatrice deve essere accuratamente pulita dopo ogni utilizzo.
Se ne facciamo uso quotidianamente sarà sufficiente lavare le lame a fine giornata con un prodotto non aggressivo, in grado di togliere il grasso dei salumi senza intaccare le parti in acciaio.

Manutenzione periodica dell’affettatrice

Per la pulizia periodica innanzitutto verifichiamo che la spina elettrica sia scollegata : l’involontario avvio dell’affettatrice in corso di pulizia potrebbe rivelarsi pericolosa.
Dopodichè smontiamo la macchina e puliamo le singole parti.
Procediamo alla pulizia: bastano una spugnetta – da utilizzare sul lato morbido per non graffiare l’affettatrice – ed una piccola quantità di alcool alimentare.
Infine risciacquiamo con una spugna inumidita, in modo da rimuovere i residui del prodotto e lasciamo asciugare l’affettatrice all’aria.